http://www.vegpyramid.info    

mercoledì 10 ottobre 2007

Voip, gli inseguitori di Skype


Non solo Skype. In Rete ci sono varie possibilità per effettuare telefonate utilizzando la tecnologia Voip, attraverso la quale la voce passa attraverso il protocolo IP. Un'evoluzione del concetto di chat che aggredisce il mercato della telefonia. Oggi Skype, il software acquisito da eBay due estati fa messo a punto da Niklas Zennström - il fondatore di Kazaa adesso occupato nel lancio nella nuova web tv Joost - conta oltre 200 milioni di utenti ed è diventato lo standard del software Voip. Ma non è l'unico. Nel frattempo, infatti, sono spuntate altre compagnie che offrono un servizio analogo e tariffe concorrenziali sulle telefonate fuori dalla Rete.

Tra queste c'è Voipstunt ( www.voipstunt.com ) il primo concorrente di Skype, introduce delle novità come le chiamate gratuite verso i numeri fissi di alcuni paesi, tra i quali è compresa l'Italia con tariffe inferiori a quelle di Skype ed il protocollo utilizzato è il SIP, che permette di utilizzare anche normali telefoni. Subito dopo, si affianca il primo a non richiedere l'installazione di software ed a permettere l'utilizzo del proprio telefono: jajah ( www.jajah.com ) che da poco ha introdotto l'italia tra i paesi no-pay per effettuare chiamate.

Per poter entrare prepotentemente nel mercato voip, Gizmo ( www.gizmoproject.com ) offre la gratuità anche verso i cellulari: basta essere utenti registrati per poter usufruire di questo servizio. Anche i colossi come Eutelia e Alice hanno introdotto il voip nelle loro offerte.

Questo è solo un esempio di quello che la rete e lo schieramento dal basso possa essere potente per poter avere voce e cambiare la propria vita di tutti i giorni.
Grillo in Italia è stato il primo a promuovere anche altre iniziative mondiali come Second Life ( www.secondlife.com ) dove è possibile avere una vera e propria vita virtuale con la possibilità di business riscontrabili in quella reale ( famosa la storia della prima miliardaria da moneta second life a dollari, vendendo terreni virtuali alla toyota) o il progetto Zopa ( www.zopa.it ) un sistema di prestiti Peer-To-Peer dove non si condividono file ma soldi, senza passare per le banche.

Nessun commento:

Posta un commento