http://www.vegpyramid.info    

venerdì 25 gennaio 2008

Peer-to-peer legale ?


Questa notizie ha come fonte
(ITnews) - Roma -


Scaricare file via Internet attraverso i software peer to peer non è reato. Lo ha deciso oggi il Tribunale di Roma. Il pubblico ministero di Roma, Paolo Giorgio Ferri, ha archiviato un'inchiesta basata su una denuncia contro un utente che attraverso il programma di condivisione emule aveva effettuato il download di materiale coperto dal diritto d'autore ai sensi dell'articolo 14 delle legge 248/2000.

Il giudice ha chiuso il fascicolo motivando la sua decisione "in assenza di una legislazione che crei una fattispecie ad hoc, non appare possibile dare rilevanza in questa sede ad un fenomeno assai diffuso, di difficile criminalizzazione ed avente accertamenti quasi impossibili in termini di raccolta della prova".

Lo stesso ha però inoltre che "non sempre è ravvisabile quel lucro espressamente richiesto dalla norma penale» anche se è «indiscusso che sia colui che è download (chi acquisisce il dato), che colui che è upload (fornitore del dato) commetta un torto di natura civilistica per i diritti d'autore, comunque evasi". Soddisfatto Fiorello Cortiana, (verdi) esponente della consulta sulla governance di internet: "Il Tribunale di Roma ha molto saggiamente distinto le responsabilità personali delle azioni messe in atto nello spazio virtuale di internet da quelle dei servizi e delle applicazioni per la navigazione in rete.

Nessun commento:

Posta un commento